domenica 26 settembre 2010

Namastè



Ti auguro un buona domenica con un sentito " Namastè" che significa;

La parola namaste letteralmente significa "mi inchino a te", e deriva dal sanscrito 
: namas (inchinarsi, salutare con reverenza) e te (a te). A questa parola è però 
implicitamente associata una valenza spirituale, per cui essa può forse essere
tradotta in modo più completo come saluto (mi inchino a) le qualità divine che
sono in te

Unita al gesto di unire le mani e chinare il capo, potrebbe essere resa 
con: le qualità divine che sono in me si inchinano alle qualità divine che sono
in te, o anche, meno sinteticamente, unisco il mio corpo e la mente, concentrandomi
sul mio potenziale divino, e mi inchino allo stesso potenziale che è in te. In sostanza,
dunque, il significato ultimo del saluto è quello di riconoscere la sacralità di ognuno di noi.

Ogni volta che incontro qualcuno ripeto dentro di me
questa parola ," Namastè"
Ho imparato a fare questo da un libro di Deepak Chopra " Le coincidenze "
Comportandoci in questo modo riconosciamo nell'altro lo stesso spirito che è 
in noi e che è in tutte le cose ,prova a farlo anche tu e vedrai che gli altri e il 
mondo intero ti saranno meno ostili

Quando ti pare che gli altri ti siano ostili, chiediti se davvero li consideri
uguali a te ,certo siamo tutti diversi ma la radice dell'uomo è sempre la medesima
per ognuno di noi.

Potresti usare qualsiasi parola ma " Namastè" possiede una vibrazione particolare

Quindi ........Namastè :-)


2 commenti:

sara ha detto...

Namaste' Marco.

rosa ha detto...

Un profondo Namastè.